Pisa

Per visitare Pisa
Con una guida autorizzata

 


                 



Per visitare altre città d'Italia

Home   |   Tariffe   |   Contatti  |  Guide  |  Stampa  |  Chi siamo


 

San Francesco, San Martino, Sant’Antonio

Con scarpe comode e un po’ di fantasia per ricostruire uno scenario urbano non sempre troppo evidente, ci si può avventurare attraverso i siti più rappresentativi e significativi degli altri quartieri pisani. I percorsi possono variare in conseguenza alle disponibilità delle chiese incluse nel percorso. Le soluzioni per effettuare queste visite sono molteplici.

Si può concentrare tutto in una mezza giornata, organizzando una passeggiata che tocchi e presenti le cose essenziali di tutti e tre i quartieri San Francesco, San Martino, Sant’Antonio
Si può approfondire la conoscenza dei tre quartieri con una visita di un’intera giornata
Si può scegliere un singolo quartiere e approfondirne la conoscenza oppure abbinare due quartieri

Possibile itinerario attraverso tre quartieri

Partenza da San Francesco, Piazza dei Martiri della Libertà dove si trova la Chiesa Domenicana di Santa Caterina all’interno della quale si conservano la cattedra dalla quale ha predicato Tommaso D’Aquino durante la sua visita a Pisa, una pregevole tavola Francesco Traini di dedicata al Santo, una bella Annunciazione di Nino Pisano. Attraverso i vicoli medievali si arriva alla Chiesa dei Francescani che custodisce un bellissimo dossale di Tommaso Pisano e copie delle tavole realizzate da Giotto per la stessa chiesa . Bella la sala capitolare, con affreschi trecenteschi di Niccolò di Pietro Gerini. Con un salto nel tempo si arriva alla Chiesa di San Mattao, interessante esempio di barocco pisano. Oltrepassato il fiume Arno si entra nel quartiere di San Martino dove incontriamo la chiesa omonima. Punto di partenza delle pellegrinazioni di Santa Bona, patrona delle hostess, la chiesa custodisce interessanti dipinti e esempi di apparati per le Quarantore. Qualche metro più vanti, sul lungofiume, incontriamo la chiesa del Santo Sepolcro, punto di riferimento pisano dell’ordine dei cavalieri del Tempio di Gerusalemme, cui era annesso l’ ospedale. Attraversando Corso Italia, arteria pedonale centrale, ci troviamo nel quartiere di Sant’Antonio. Possiamo spingerci fino alla parte più nuova, post bellica, per guardare incuriositi il murale offerto alla città dall’artista americano Keith Haring nel 1989. Infine, tornando al fiume, scopriamo il gioiello dell’arte gotica a Pisa, la Chiesetta di Santa Maria dell Spina, al cui interno sono conservate copie di Madonne scolpite della famiglia di Andrea Pisano.

Durata della visita : da concordare con la guida. Prezzi degli a ingressi - a carico del cliente

 


CONTACT  guidepise@yahoo.fr        0039/3496652473


Elenco delle nostre visite
Classica
Lungarno
Francesco
Galileo
Matteo
Vicopisano
Cimitero
Calci


Condizioni

.Ogni itinerario deve essere poi rivisto in funzione degli interessi specifici dell’ospite, ma anche in funzione del giorno scelto.

.Ci sono infatti alcuni siti che non possono essere visitati in alcuni giorni, altri che non ammettono un numero superiore a 20 persone.

.Gli ingressi e i trasporti non sono compresi nel costo della visita

.Per le visite fuori città va considerata un' ora in più per il tragitto

.La domenica mattina, bisogna considerare le messe nelle varie chiese.


Informazioni | Mappa | Domande | Links

All rights reserved © 2002 - 2018 Guiderome.com



Nous utilisons des cookies pour vous garantir la meilleure expérience sur notre site. Si vous continuez à utiliser ce dernier, nous considérerons que vous acceptez l'utilisation des cookies. Pour plus d'informations